Chiamaci allo +39 320 436 19 08

Seleziona la lingua:

Home » Tartufo » Storia e antropologia

Storia e antropologia

I tartufi: dal mito alla storia

Esaltato come cibo divino dagli antichi ateniesi, che li adoravano al punto tale da conferire il diritto di cittadinanza ai figli di Cherippo per aver inventato una nuova ricetta culinaria; considerato sterco del diavolo e delle streghe in epoca medioevale. Causa di apoplessia e di paralisi secondo Avicenna che sosteneva generasse umori atrabiliari e grassi ovvero “cibo molto nutriente … ed eccitante della lussuria” per il Platina. Avvolto nel dilemma se pianta o animale, ma anche sinonimo di ipocrisia, d'impostore, perché all'aspetto terroso si contrappone un profumo inebriante, come brillantemente stigmatizza Molière nella sua commedia. Per i filosofi e per gli storici dell’antichità il tartufo fu oggetto di costante e vivida curiosità, accendendo dispute ed ipotesi, alle quali non si sono sottratti neppure pensatori di nota austerità, come il Savonarola.

In queste pagine cercheremo di soddisfare le vostre curiosità, raccontandovi dalle credenze popolari alle notizie storiche sulla sua degustazione e coltivazione.

Trovaci anche su

Contattaci